Note di rilascio: versione 6.20, 31 Marzo 2015

 

La nuova release 6.20 si distingue dalla 6.00 per varie importanti aggiunte e per la rimozione di alcuni malfunzionamenti. In questa versione si è prevalenemente lavorato:

1.A migliorare il comportamento del programma quando usato con unità di misura non metriche (inch, foot, kip, ksi...).

2.A migliorare la comprensibilità del programma per i nuovi utenti (pannello assistente et alia).

3.A migliorare la usabilità di diverse funzionalità del programma, ed a rendere migliore e più rapida la visualizzazione.

 

Un pubblico ringraziamento a Jason McCool, Cabot, Arkansas, USA, per il numero dei suoi consigli tesi a migliorare la usabilità di CSE in specie di utenti non metrici (USA, UK).

 

Le modifiche sono le seguenti:

 

1.Aggiunto il comando di rinominazione automatica dei componenti (Renodo-Componenti-Nominazione Progressiva!). Serve soprattutto nei rari casi in cui si riscontrino componenti con nome identico o se la numerazione dei componenti presenta "buchi" fastidiosi.

2.Aggiunto il comando File-Esporta Modello Fem. Viene esportato il modello BFEM in vari formati. Ciò può anche essere utile per introdurre delle modifiche che poi possono essere reimportate.

3.Modificato il report ed il dialogo relativo al report, per la possibilità di scegliere il formato delle immagini e la loro dimensione.

4.Modificato dialogo bolt layout: se i bulloni sono a disposizione libera è più facile scegliere un bullone poiché dopo l'ultimo bullone si passa direttamente al primo (senza dover tornare indietro). Aggiunta selezione "complemento" per bullonature con disposizione libera.

5.Vengono ora indicate le unità di misura quando si scorrono gli archivi di sezioni e materiali.

6.Modificato il filtro sui materiali, modificato dialogo aggiunta dei materiali: si può ora assegnare il gruppo americano, europeo, ... al materiale, rendendo più semplice estrarre solo i materiali di interesse.

7.Le unità dimisura usate per le informazioni dei pannelli a sinistra sono metriche o imperiali a seconda della scelta della unità di misura, prima erano sempre e solo metriche.

8.Aggiunti nuovi materiali all'archivio (numerosi materiali americani).

9.Aggiunte nuove sezioni all'archivio (numerose sezioni russe).

10.Aggiunto il filtro per le sezioni russe.

11.Aggiunto smusso rettangolare come ulteriore tipo di lavorazione (non parametrizzata). Questa lavorazione consente di applicare tagli rettangolari in pianta ad una sola ala di profilo ad H, cosa che prima non si poteva fare.

12.Aggiunte nuove variabili globali e costanti di uso generale, molte di queste legate alle unità di misura, ad angoli tipici, ed ai fattori di sicurezza con la terminologia delle varie normative.

13.Aggiunta possibilità di valutare le formule prima di salvarle, in modo da verificare che siano corrette (dialoghi aggiunta variabili e aggiunta condizioni). Ciò migliora di molto la usabilità delle variabili utente e delle verifiche utente.

14.Migliorata la messaggistica nel caso in cui il calcolo di una bullonatura con contrasto non converga: si è ridotto il numero di tentativi di convergenza, evitando noiosi loop.

15.Durante le lavorazioni che comportano tagli i punti scena includono ora anche i punti dei pezzi non soggetti a lavorazione. Tale modifica rende più semplice definire correttamente la zona da tagliare, anche se a prezzo di un certo maggior tempo di attesa.

16.Un cambiamento di vista non comporta più un includi automatico. Ciò consente di ruotare la vista con continuità avendo davanti un dettaglio del modello.

17.Aggiunti controlli con la rotellina del mouse. Ora rotellina + barra spaziatrice implica una rotazione continua su parallelo; rotellina + tasto control implica una rotazione continua su meridiano, mentre rotellina + frecce implica una traslazione orizzontale o verticale della vista. Queste nuove funzionalità aumentano la usabilità del programma.

18.Aggiunto comando superficie snervata in Sargon Reader. Questo comando è importante perché stima quanta superficie sia oltre il limite di snervamento. Piccole superfici snervate saranno probabilmente non pericolose grazie alla redistribuzione degli sforzi. Il comando Sargon è Post-Sforzi PM e SO-Snervamento PM.

19.Aggiunto pannello assistente. Ciò dovrebbe rendere più semplice ai nuovi utenti imparare come funziona CSE e i vari passaggi necessari per arrivare a verificare un Renodo.

20.Ridotto il numero di file salvato su disco. Molti file creati dai solutori erano in effetti inutili e vengono ora cancellati automaticamente. Ciò riduce di molto il numero dei file su disco.

21.Inibita la possibilità di eseguire un taglio poligonale con smussi, se il raggio dello smusso è nullo. Infatti, se si chiedeva uno smusso ma si era dimenticato pari a 0 il valore del raggio, il programma generava geometrie scorrette.

22.Migliorati i dialoghi di definizione delle strutture tipiche. Ora, quando è necessario, si è obbligati a dare le dimensioni necessarie prima di accedere al dialogo di definizione del materiale e delle forme sezionali.

23.Aggiunte strutturine per travi a muro. In questo modo anche il caso di trave a muro è gestibile rapidamente.

24.Aggiunto bottone per aggiunta di cordone a tutto lato in dialogo saldature. Comando molto utile su lati frutto di tagli, dei quali non sia scontato conoscere la lunghezza.

25.Aggiunte nuove sezioni al report contenenti le variabili predefinite e utente, le condizioni, ed i risultati delle verifiche utente in modo esteso. Ciò consente di informare in modo nitido nel report circa tutte le verifiche suppletive che si sono aggiunte al modello.

26.Le membrature passanti hanno ora le loro sollecitazioni, il che consente di studiare membrature passanti vincolate nel nodo passante, eccentricamente. In figura un esempio di applicazione di tale funzionalità.

27.I valori iniziali proposti delle frazioni elastiche e plastiche sono stati cambiati da 1.0 a 0.1. Ciò dà più probabilmente verifiche soddisfatte al primo giro di analisi.

28.Sono stati aggiunti i tool tip a diversi dialoghi importanti: aggiunta bullonature, saldature, impostazione verifiche, impostazione azioni di calcolo.

29.Sono stati tradotti in inglese numerosi argomenti della Guida di sargon Reader. Abbiamo cominciato dagli argomenti più brevi e tra argomenti e dialoghi sono sino ad ora stati tradotti 827 unità della guida. Ne restano da tradurre 313, di lunghezza maggiore. Si prevede di avere la guida di Sargon Reader (e anche di Sargon!) tradotta interamente in inglese prima della estate.

30.E' stata aggiunta una Guida Rapida alla guida.

31.E' stata aggiunta una sezione con alcuni messaggi di errore alla guida.

32.Nel caso in cui venga trovato un solo JNodo, questo viene ora automaticamente selezionato.

33.Nella modifica di variabili utente aggiunte in precedenza, è ora possibile referenziare variabili aggiunte successivamente a quella che si sta modificando nella formula che definisce la variabile. Se ad esempio sono state definite le variabili A, B, C, in quest'ordine, si può ora modificare B in modo che B=B(C).

 

La correzione e la modifica del comportamento del programma riguarda:

 

1.La scritta del bullone nel dialogo aggiunta bullonature.

2.L'arrotondamento della lunghezza dei cordoni: è ora di 0.1mm o 0.001 inch a seconda di quale unità sia attiva.

3.Corretto bug che rendeva impossibile traslare la faccia di taglio dopo l'applicazione di uno smusso.

4.Nella applicazione del subrenodo al renodo venivano individuate le lavorazioni sugli elementi non selezionati, inibendo l'applicazione del subrenodo.

5.Risolto un noioso problema che richiedeva un refreshing della vista dopo la rotazione o il cambiamento della stessa.

6.E' stato ricompilato il modulo di stampa del listato per Sargon Reader (la creazione del tabulato da sargon Reader poteva generare dei crash).

7.Inibito crash se si visualizzano le forze interne e contemporaneamente di modificano componenti.

8.Nel caso di analisi lineari, non venivano applicate le pressioni del contrasto nelle bullonature con contrasto, se la non linearità di contatto era richiesta nelle impostazioni della analisi non lineare, nonostante il fatto che fosse richiesta una analisi lineare.

9.Il termine "exploitation" è stato eliminato dalla documentazione inglese e dal programma in inglese e sostituito con "utilization".

 

-----------------------------

C.S.E. - 2001-2016 - Copyright Castalia srl - Milan - Italy  - www.castaliaweb.com