ITA - ENG
Autore: Prof. Ing. Marco Andrea Pisani, Politecnico di Milano

 
Ulteriori informazioni
Scheda tecnica
Dalla versione 3.0 alla versione 3.5
Dalla versione 3.5 alla versione 4.0
Autore: Marco Andrea Pisani
Book informativo (pdf 2.2 Mb)
Manuale tecnico pdf (1,6 mb)
Prezzi
Compilazione ordine di acquisto

Nuove caratteristiche di Lisa 4.0


La versione 4.0 di LISA è aggiornata al D.M. 2008 ed alla versione attuale dell'Eurocodice 2 (EN 1992-1-1:2004).
Sono state aggiunte le opzioni per:


    1- il rinforzo (placcaggio)
    2- le sezioni miste muratura-calcestruzzo/rinforzo
    3- le sezioni miste legno-calcestruzzo/rinforzo
    4- le sezioni miste acciaio-calcestruzzo (solo il calcolo delle caratteristiche geometriche della sezione  omogeneizzata)

E' stata aggiunta l'opzione per i risultati estesi (stato di tensione e deformazione per ogni vertice della sezione e barra d'armatura).

E' stata mantenuta la capacità di leggere file di input salvati con LISA 3.5 (file *.lsa).

E’ stato migliorato l’aspetto estetico del programma e la sua leggibilità. Inoltre l’help in linea ed il Manuale tecnico sono più completi della versione precedente.nuale tecnico sono più completi della versione precedente.

 E’ st determinazione di dati di input).

calcolatrice di LISA

Le modifiche apportate a LISA nel passaggio dalla versione 3.5 alla versione 4.0 sono cospicue.

LISA è infatti ora in grado di svolgere l’analisi a pressoflessione o tensoflessione deviata di sezioni massicce di forma generica in calcestruzzo, muratura o legno, isolate od accoppiate ad un getto di calcestruzzo, oppure ad un rinforzo metallico od in materiale composito, applicato in un secondo tempo.

 

 E’ perciò ora possibile analizzare una ancor più vasta vasta gamma di casi pratici:

• sezioni massicce in c.a., c.a.p. o c.a.p.p. (precompressione parziale) sezioni massicce in c.a., c.a.p. o c.a.p.p. (precompressione parziale)

• sezioni massicce in c.a., c.a.p. o c.a.p.p. cui è aggiunto un getto di seconda fase in c.a. (quali ad esempio travi prefabbricate in c.a. e c.a.p. con soletta collaborante gett • sezioni massicce in c.a., c.a.p. o c.a.p.p. placcate con lamine metalliche o di materiale composito

• plinti tozzi su suolo alla Winkler (utilizzando l’opzione “analisi in esercizio in regime fessurato”)

• sezioni massicce in muratura

 • sezioni in muratura placcate con lamine metalliche o di materiale composito

• sezioni in muratura accoppiate ad un getto di 2^ fase in calcestruzzo (armato)

• sezioni in legno massello o lamellare

• sezioni in legno placcate con lamine metalliche o di materiale composito

• sezioni in legno accoppiate ad un getto di 2^ fase in calcestruzzo armato (quali sono ad esempio i solai lignei rinforzati con una soletta in c.a.).

 Il programma è inoltre in grado di calcolare le caratteristiche geometriche sia delle sezione descritte più sopra, sia di sezioni miste acciaio-calcestruzzo (sezione omogeneizzata). Tutte le analisi presuppongono che si possa considerarsi valida l'ipotesi di conservazione delle sezioni piane. Si considera inoltre valida l’ipotesi di perfetta aderenza tra tutte le parti costituenti la sezione. In particolare, se la sezione viene modificata con l'aggiunta di un secondo getto (getto di seconda fase) o di una lamina di rinforzo, deve essere garantita la congruenza tra questo ed il getto precedente.

 

Copyright © 1991-2018
Castalia s.r.l. - Via Pinturicchio, 24 - 20133 Milano - Tel: 02.266.81.083 - staff@castaliaweb.com